Bonus matrimonio 2018

Ti stai domandando se il bonus matrimonio 2018 è attivo? Hai letto notizie a riguardo alquanto discordanti? Le tue amiche non sanno darti un’opinione certa? Non devi assolutamente preoccuparti, per tua fortuna sei nel posto giusto e troverai qui tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Iniziamo subito col darti una notizia che ti renderà molto felice: il bonus matrimonio 2018 è attivo. Ora cerchiamo di capire nel dettaglio quale iter devi seguire per effettuare la richiesta e quali requisiti servono.

Che cos’è il bonus matrimonio 2018?

Per fare ulteriore chiarezza devi sapere che il bonus matrimonio è un’agevolazione che l’INPS riconosce a chi si sposa nel 2018. Si chiama “assegno di congedo matrimoniale” ed è un sostegno per le nuove famiglie. Il bonus fa parte di un pacchetto di agevolazioni fiscali più ampio che include: casa, famiglia e lavoro.

L’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ha stabilito che l’assegno di congedo matrimoniale venga istituito in occasione del congedo straordinario per matrimonio. La durata del bonus matrimoniale è di 8 giorni, da fruire entro i 30 giorni successivi la data delle nozze.

 

Scopri il nostro bonus >>>

 

Bonus matrimonio: attenzione alle bufale!

Precisiamo subito che questa agevolazione è l’unica prevista e contemplata dalla legge italiana. Nel web circolano voci di un fantomatico bonus sposi di 25.000 euro a coppia, purtroppo dobbiamo confermarti che si tratta di una colossale bufala. Inoltre, la domanda per ottenere questo incredibile bonus andrebbe presentata allo sportello unico europeo… che naturalmente non esiste! Non c’è niente di vero in tutto questo, è solamente una notizia falsa inventata dal burlone di turno.

Evitate le false notizie, cerchiamo ora di capire se hai diritto al bonus matrimonio!

Chi ha diritto al bonus matrimonio?

Solo alcune categorie di lavoratori possono richiedere l’assegno di congedo matrimoniale. Se lavori con regolare contratto di operaio, apprendista, lavoratore a domicilio, marittimo di bassa forza o se sei dipendente di aziende industriali, artigiane, e cooperative da almeno una settimana, allora sì! Puoi richiederlo anche se sei disoccupato al momento delle nozze, ma dimostri di aver lavorato per una delle suddette aziende nei 90 giorni precedenti al matrimonio. Infine ti ricordiamo che per fruire dell’assegno il tuo matrimonio deve aver seguito una cerimonia civile o concordataria.

Se rientri in queste categorie hai ottime possibilità per richiedere il tuo bonus matrimonio, complimenti!

Chi non ha diritto al bonus matrimonio?

 Se invece ti stai ancora chiedendo se potrai inviare la tua domanda probabilmente non rientri nelle categorie lavorative sopra elencate. Per ulteriore chiarezza ecco chi non ha diritto al bonus matrimonio: i lavoratori dipendenti di aziende industriali, artigiane, cooperative e della lavorazione del tabacco con qualifica di: impiegati, apprendisti impiegati, dirigenti; di aziende agricole, commercio, credito e assicurazioni; enti locali e statali, e delle aziende che non versano i contributi CUAF, Cassa Unica Assegni Familiari.

Se rientri in queste categorie purtroppo non potrai richiedere il tuo assegno, ci dispiace molto. Ma non per questo il tuo matrimonio sarà meno spettacolare e indimenticabile!

A quanto ammonta il bonus matrimonio?

L’importo di questo assegno dipende dalla tua retribuzione lavorativa e varia a secondo della categoria a cui appartieni. Nella maggior parte dei casi corrisponde a 7 o 8 giorni lavorativi meno la detrazione a tuo carico del 5,54%. Mentre se lavori part time i giorni si conteggiano solo se il congedo richiesto ricade in quelli lavorativi.

Scendendo nel particolare ecco i diversi importi del bonus decisi dall’INPS:

  • operai e apprendisti: riceveranno un bonus pari a 7 giorni di retribuzione meno la detrazione giornaliera a carico del lavoratore che è di 5,54%
  • lavoratori a domicilio: riceveranno un assegno matrimoniale pari a 7 giorni di guadagno medio giornaliero meno il 5,54%
  • marittimi: riceveranno un bonus pari a 8 giornate di lavoro medio giornaliero, detratto della percentuale a carico del lavoratore pari al 5,54%.

Il pagamento del bonus è effettuato dal tuo datore di lavoro, se sei un lavoratore occupato. Se invece sei un lavoratore disoccupato l’assegno ti verrà versato direttamente dall’INPS tramite bonifico bancario.

Come si ottiene l’assegno di congedo matrimoniale?

Se hai superato il primo gradino, e rientri nelle categorie aventi diritto, vediamo insieme la procedura burocratica da seguire.

Dovrai presentare la domanda al datore di lavoro alla fine del congedo e non oltre 60 giorni dal matrimonio. Alla domanda dovrai allegare il certificato di matrimonio o lo stato di famiglia. Se non riesci ad avere la documentazioni entro i termini, puoi presentare un certificato dell’autorità religiosa come dichiarazione sostitutiva autentica. Poi, in un secondo momento, dovrai comunque provvedere a consegnare la documentazione esattamente come richiesta.

Invece se sei un lavoratore disoccupato dovrai presentare la tua domanda all’INPS entro un anno dalla data del matrimonio. In questo caso la procedura si può svolgere su diversi canali:

  • on line nell’area riservata (“Invio online di domande di prestazioni a sostegno del reddito”)
  • al telefono tramite Contact Center (803164, gratuito da rete fissa oppure 06 164164 da rete mobile )
  • negli enti di patronato e intermediari dell’INPS

Bonus matrimonio: quali documenti inviare?

Se sei un lavoratore occupato:

  • come ti abbiamo illustrato nel paragrafo precedente, dovrai allegare alla domanda il certificato di matrimonio o lo stato di famiglia.

Se sei un lavoratore disoccupato:

  • dichiarazione sostitutiva di certificazione comprovante lo stato di disoccupato alla data del matrimonio
  • dichiarazione sostitutiva di certificazione comprovante lo stato di coniugato e contenente gli estremi del matrimonio
  • dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà relativa ad un rapporto di lavoro di almeno quindici giorni nei novanta precedenti la data del matrimonio. E che tale rapporto lavorativo sia avvenuto alle dipendenze di aziende industriali, artigiane e cooperative
  • copia dell’ultima busta paga.

Ora conosci ogni minimo dettaglio del bonus matrimonio 2018. Non ti resta che scaricare il modulo della domanda e compilarlo con i tuoi dati!

E… in bocca al lupo per il tuo matrimonio!

Ricevi subito il nostro bonus che abbiamo riservato per te!


Wedding Drone - Gruppo Immodrone S.r.l.
TORINO: Corso Castelfidardo, 30/A
c/o: I3P s.c.p.a. Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino
MILANO: Piazzale Cadorna, 2                          ROMA: Via Attilio Friggeri, 55


Italia: +39 393 872 1621
Svizzera: +41 77 442 48 16
Francia: +33 64 21 01 856


made in italy with love


VIVI CON NOI IL TUO SOGNO



Send this to a friend